Lunedi, 23 aprile 2018
Qualità editoriale e di adv: la formula vincente del 2016
Studi e ricerche
Consulta le nostre indagini di mercato e i nostri approfondimenti

La concessionaria guidata da Massimo Crotti archivia con soddisfazione un anno pieno di sfide e traguardi.

Nel contempo la struttura comincia a prepararsi al 2017, partendo da una proposta commerciale completa, capace di rispondere alle esigenze degli inserzionisti.

Nei primi nove mesi dell’anno la Concessionaria ha lavorato dando seguito alla strategia di focalizzazione sul prodotto adv per essere più innovativi per il mercato e, al tempo stesso, per continuare a risultare appealing per gli editori. Ne sono una conferma il nuovo prodotto advertising sull’hyper local mobile lanciato a giugno e i cinque ingressi editoriali dell’anno: LeiTV, Junglam, Astri di PaoloFox, Margherita.net ed Edizioni Master con tutte le testate verticali del gruppo, oltre all’importante lancio del sito femminile di Tiscali: Milleunadonna.

Prodotti che rafforzano target strategici e preziosi per il mercato digital adv: uomo e donna, con un particolare focus sul mondo Tech, Health, Travel e Food.

Altro importante sviluppo della concessionaria è rappresentato dal native advertising su cui continua a crescere l’interesse degli inserzionisti che, nelle loro strategie di comunicazione, integrano sempre più questa modalità con l’obiettivo di dialogare con i propri utenti. Anche su quest’area la concessionaria ha lavorato molto allo sviluppo di prodotti basati sulla qualità e l’autorevolezza, grazie alla collaborazione con partner esclusivi come Upstory e Netnoc, oltre alle attività di sviluppo di progetti di content marketing con i nostri editori premium.

Questi gli asset strategici che caratterizzano il lavoro di Veesible, basato su un approccio consulenziale e di relazione, registrando delle buone proiezioni di chiusura determinate da un lavoro di consolidamento dei primi nove mesi dell’anno. Grazie a questo lavoro ricco e intenso, contiamo di chiudere l’anno con un risultato positivo, in controtendenza con l’andamento del comparto digital nel suo complesso.

Leggi qui l’intervista completa.